Attiva filtri
Nessun filtro disponibile

Ogni maledetta domenica: la scena dello spogliatoio


Nell'ambito sportivo, raggiungere dei traguardi importanti è una questione di preparazione, talento, forza fisica e forza mentale. Quest'ultima rappresenta un aspetto fondamentale per l'alteta, specialmente ai fini dell'aumento delle sue prestazioni sportive. Secondo quanto è emerso da uno studio condotto dalla British Psychology Society, la preparazione mentale, anche detta "mental coaching", può favorire un aumento del 57% delle prestazioni sportive degli atleti, in particolare per gli sportivi di alto livello. Abbiamo pertanto assistito all'evoluzione del ruolo del "mental coach", un professionista in grado di guidare i suoi atleti nel percorso di acquisizione di una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie capacità, fino al superamento degli ostacoli. Uno degli esempi cinematografici più noti in questo senso è il discorso motivazionale fatto da Al Pacino all'interno dello spogliatoio nel film "Ogni maledetta domenica". Perché gli spogliatoi sportivi non sono solo spogliatoi, ma anche dei luoghi in cui i giocatori trovano la concentrazione e la motivazione che può condurli alla vittoria. 


Norme CONI per l'impiantistica sportiva


Con deliberazione del Consiglio Nazionale del CONI n. 1379 del 25 giugno 2008 sono state approvate le norme CONI per l'impiantistica sportiva. Le indicazioni riguardanti la progettazione e la disposizione degli spogliatoi sportivi sono contenute nel punto 8.1 del documento, che riassumiamo come segue:
 
  • in mancanza di indicazioni diverse da parte delle FSN e DSA, i locali spogliatoio dovranno essere almeno due;
  • il numero dei posti spogliatoio dovrà essere rapportato al numero massimo di utenti contemporanei;
  • superati i 40 posti si dovrà provvedere alla realizzazione di più locali spogliatoio di capienza inferiore;
  • le dimensioni del locale spogliatoio dovranno essere effettuate tenendo presente che per ogni spazio spogliatoio è prevista una superficie non inferiore a m² 1,60 compreso l'ingombro degli arredi;
  • gli spogliatoi dovranno risultare facilmente accessibili agli utenti diversamente abili;
  • da ciascun locale spogliatoio si deve avere la possibilità di accedere alla zona riservata ai servizi igienici e alle docce.

Arredo spogliatoi

Nell'ambito del fitness e dello sport in generale, uno degli aspetti più importanti da curare è quello che riguarda l'organizzazione di uno spogliatoio sportivo, in quanto indice della qualità della struttura stessa. Gli spogliatoi sono luoghi determinanti ai fini della fidelizzazione della clientela, poiché sono dedicati interamente all'accoglienza dei clienti, sia prima che dopo l'attività sportiva. Per offrire ai clienti il massimo dell'igiene, della praticità e del comfort è dunque necessario predisporre questi ambienti nel modo più adeguato, scegliendo degli arredi funzionali e di qualità. Navigate il catalogo degli arredi sportivi proposti da Faress ed allestite al meglio i vostri spogliatoi sportivi!
Armadi e Portavalori
Panche spogliatoi
Totale prodotti: 0
Prodotti per pag
             
Non è presente nessun prodotto
Totale prodotti: 0
Prodotti per pag
             
Nell'ottica di un'organizzazione funzionale e confortevole di uno spogliatoio sportivo, risulta piuttosto facile comprendere quali siano gli elementi che non possono mancare per permettere al cliente di rilassarsi dopo una sessione sportiva particolarmente intensa. Grazie alla grande esperienza accumulata in più di 40 anni di attività nel settore, Faress propone solo il meglio dei complementi d'arredo per lo sport:
 
  • panche per spogliatoi
  • armadi per spogliatoi
  • armadietti portavalori

Nel catalogo di Faress relativo agli arredi per spogliatoi sportivi troverete articoli di qualità caratterizzati da prezzi concorrenziali.


Panche


Le panche per spogliatoi sportivi costituiscono degli elementi essenziali ai fini della funzionalità dello spogliatoio stesso. Per offrire il massimo del comfort agli ospiti, le panche per spogliatoi devono essere dotate di caratteristiche ben precise, in base alle quali si distinguono i diversi modelli. Per quanto concerne l'ambito sportivo, i modelli di panche attualmente reperibili in commercio sono i seguenti:
 
  • panche semplici: sono i modelli base, ovvero quelli dotati solo di seduta. Con una lunghezza massima di due metri, le panche semplici possono essere costruite in alluminio, in acciaio, in legno, in PVC o in metallo;
  • panche con schienale: sono i modelli base con aggiunta di schienale e sono generalmente in acciaio con doghe in legno. Nei modelli intermedi è prevista anche la presenza di un poggiapiedi, ovvero una sorta di asta sulla quale si possono riporre le calzature;
  • panche attrezzate: sono i modelli professionali, in quanto dotati di seduta, schienale in doppia doga, asta poggiapiedi, attaccapanni integrato e un ripiano superiore poggiaborse.


Armadietti metallici


Secondi ma non meno importanti sono gli armadi per spogliatoi, disponibili oggi in più dimensioni e modelli. All'interno di uno spogliatoio sportivo, gli armadi rivestono un ruolo importante ai fini della sicurezza, giacché consentono agli ospiti di riporre in tutta tranquillità gli effetti personali godendosi un allenamento spensierato. Ma l'importanza degli armadi negli spogliatoi sportivi riguarda anche il mantenimento dell'ordine, un aspetto molto importante anche ai fini dell'igiene generale dello spogliatoio. Infine, la presenza degli armadi permette di ricavare dello spazio aggiuntivo dedicato a tutti gli ospiti della struttura sportiva. In termini di caratteristiche, gli armadi sportivi devono essere abbastanza capienti da poter contenere i vestiti, le borse e gli effetti degli ospiti. Nei modelli migliori è presente anche un'asta appendi abiti interna, delle stampelle ed eventualmente anche dei ripiani. Infine, per garantire un buon livello di sicurezza, gli armadi sportivi devono essere dotati di meccanismi di chiusura (lucchetto, serratura o combinazione).
 

Armadi portavalori


Gli ultimi complementi d'arredo per spogliatoi sportivi sono gli armadi portavalori, la cui presenza garantisce un adeguato livello di sicurezza. Si tratta prevalentemente di armadi casellari, reperibili in diverse dimensioni e numero di sedi, che si possono posizionare sia all'interno degli spogliatoi, sia nelle zone visibili comuni ad esempio all'ingresso del centro sportivo. Gli armadi portavalori possono essere di varie tipologie e possono disporre di un numero variabile di alloggiamenti, a seconda delle esigenze. Nei modelli avanzati, il meccanismo di chiusura è generalmente dotato di serratura a cilindro con chiave non riproducibile, mentre altri modelli presentano una chiusura con lucchetto.

La realizzazione di spogliatoi a norma


Ma gli spogliatoi sportivi sono luoghi che devono essere progettati nel rispetto di tutte le norme igienico sanitarie previste in termini di legge, al fine di garantire agli avventori sicurezza, privacy e praticità. A tale riguardo, va detto che le normative di riferimento variano a seconda del Comune competente perciò, per fornirvi delle indicazioni valide, prenderemo in esame le “norme CONI sull'impiantistica sportiva”, nello specifico quelle relative agli impianti sportivi di esercizio, quelli cioè destinati alla preparazione atletica. Ci soffermeremo inoltre sui requisiti che uno spogliatoio da lavoro deve presentare per essere considerato a norma.

Spogliatoi sportivi a norma


Per essere a norma, un impianto sportivo deve presentare due locali distinti, uno per donne, uno per uomini, da adibire a spogliatoi. In termini di dimensioni, uno spogliatoio sportivo deve essere progettato in relazione alla stima del numero massimo di utenti presenti al suo interno contemporaneamente. Ogni posto spogliatoio, ovvero ogni singola postazione, deve presentare una superficie di almeno due metri quadrati, incluso il volume degli elementi di arredo quali panche e armadi.
Le linee guida fornite dal CONI ripartiscono lo spazio all'interno di uno spogliatoio sportivo nel seguente modo: una zona di disimpegno adiacente all'entrata; una zona allestita con panche e armadietti destinata al deposito degli effetti personali e al cambio di abbigliamento; un locale che comprenda l'accesso alle docce e ai servizi igienici.

È inoltre fondamentale studiare la disposizione dei complementi di arredo garantendo uno spazio per il passaggio delle persone e l'abbattimento delle barriere architettoniche, la cui presenza potrebbe rendere inaccessibile lo spogliatoio alle persone disabili.
In via generale, si consiglia di non andare oltre i 40 posti per ogni locale. Laddove ci fosse la necessità di progettare un numero maggiore di postazioni, sarà preferibile realizzare più locali adibiti a spogliatoi invece di un unico locale più grande.

Per quanto riguarda l'arredo, possiamo affermare che debba essere progettato per garantire adeguati livelli di comfort, igiene e sicurezza. Le panche devono essere realizzate in materiali che ne consentano una facile pulizia e devono presentare pochi elementi di pericolo quali spigoli, sporgenze, ganci, ecc... Anche gli armadi devono rispondere agli standard di affidabilità e sicurezza: meccanismo antiscasso all'interno delle porte, serrature con chiavi non duplicabili e spazio sufficiente per riporre i borsoni sportivi.

In termini di areazione e illuminazione, gli spogliatoi sportivi devono essere progettati con un numero di aperture verso l'esterno tale da assicurare un adeguato ricambio dell'aria. È inoltre fondamentale predisporre un buon impianto di illuminazione artificiale, nonché un sistema di ventilazione che garantisca la salubrità all'interno dello spogliatoio. È altresì obbligatorio predisporre un impianto di riscaldamento a norma per i mesi invernali.

Per quanto concerne gli accessori, ricordiamo l'importanza di predisporre delle pavimentazioni antiscivolo antistanti le docce, scegliendo materiali facilmente lavabili e non soggetti alla formazione di muffa. Infine, sarà opportuno dotare i locali spogliatoi con specchi, prese di corrente, asciugacapelli e secchi per l'immondizia. 

Spogliatoi da lavoro a norma


All'interno di ogni ambiente lavorativo esistono degli oneri a carico del datore di lavoro che riguardano l'allestimento di spogliatoi da lavoro a norma. Il titolare di un'azienda deve fornire ai propri dipendenti dei locali appositi in cui togliersi i vestiti personali ed indossare gli abiti specifici da lavoro.
Uniformi, divise e camici da lavoro devono essere riposti all'interno di appositi armadietti sporco/pulito, ovvero degli armadi dotati di divisori interni che garantiscano un livello di igiene maggiore, specialmente nei luoghi di lavoro in cui viene generata una grande quantità di sporcizia. Il D. lgs. 81/2008 identifica le direttive per l'allestimento degli spogliatoi da lavoro:

  • Locali appositamente destinati a spogliatoi devono essere messi a disposizione dei lavoratori quando questi devono indossare indumenti di lavoro specifici e quando per ragioni di salute o di decenza non si può loro chiedere di cambiarsi in altri locali
  • Gli spogliatoi devono essere distinti fra i due sessi e convenientemente arredati. Nelle aziende che occupano fino a cinque dipendenti lo spogliatoio può essere unico per entrambi i sessi; in tal caso i locali a ciò adibiti sono utilizzati dal personale dei due sessi, secondo opportuni turni prestabiliti e concordati nell’ambito dell'orario di lavoro
  • I locali destinati a spogliatoio devono avere una capacità sufficiente, essere possibilmente vicini ai locali di lavoro aerati, illuminati, ben difesi dalle intemperie, riscaldati durante la stagione fredda e muniti di sedili
  • Gli spogliatoi devono essere dotati di attrezzature che consentano a ciascun lavoratore di chiudere a chiave i propri indumenti durante il tempo di lavoro
  • Qualora i lavoratori svolgano attività insudicianti, polverose, con sviluppo di fumi o vapori contenenti in sospensione sostanze untuose od incrostanti, nonché in quelle dove si usano sostanze venefiche, corrosive od infettanti o comunque pericolose, gli armadi per gli indumenti da lavoro devono essere separati da quelli per gli indumenti privati. Armadietti con divisorio sporco/pulito

Gli armadietti di questo genere, conformi cioè alle prescrizioni in materia di sicurezza e di igiene sono identificati con le sigle C1 e C2.  
 

Siete proprietari di un centro sportivo e avete bisogno di informazioni dettagliate sugli arredi sportivi? Contattateci senza impegno al numero verde 06-71350124 o scriveteci all'indirizzo di posta elettronica posta@faress.com e riceverete un preventivo personalizzato in base alle vostre esigenze. 

Contattaci - Clicca qui