Attiva filtri
Nessun filtro disponibile
Una bicicletta per stare in forma, divertirsi e "muoversi ecosostenibili"
 
In primavera e in estate è tempo di passeggiate all’aria aperta. E perché non farlo in sella ad una bicicletta? Perché non approfittare delle belle giornate e decidere di lasciare a casa la macchina o il motorino e muoversi in città con una bici, magari pieghevole da riporre comodamente in ufficio?
Scegliere la bicicletta, come mezzo di trasporto, è economico e divertente; elimina le lunghe e stressanti attese nel traffico cittadino e ci mantiene in forma.
Accessori
BeGreen | Bici elettriche
City Bike e Pieghevoli
City Bike Regina
Graziella
Junior
MBT Front / Full
MTB Alta Gamma
Totale prodotti: 0
Prodotti per pag
             
Non č presente nessun prodotto
Totale prodotti: 0
Prodotti per pag
             
La bicicletta e la cyclette sono gli strumenti ideali per rimettersi in forma, smaltendo i chili di troppo e tonificando i muscoli delle gambe. Pedalare fa bene ancor di più all'aria aperta, ma per farlo nel modo più corretto è essenziale scegliere il mezzo più idoneo alle proprie esigenze.

I più inesperti credono che la bici sia solo un insieme di ruote (due… su questo si sbagliano in pochi!), sellino e manubrio;  e magari pensano di poter entrare in un negozio e comprarne una a caso, basandosi sulla forma o sul colore. Beh, non è così: acquistare la bicicletta adatta è più importante di quanto si creda perché una postura scorretta causa inesorabilmente fastidiosi dolori alla schiena e, se ripetuta nel tempo, può anche provocare gravi infiammazioni di tendini e muscoli delle gambe. Viceversa un bravo rivenditore sarà in grado di guidare nella scelta non solo in base alle prestazioni della bici, ma sopratutto tenendo presente le caratteristiche fisiche del cliente (ossia la sua altezza ma anche il posizionamento del baricentro) e, naturalmente, l’uso che questi ne farà. La bicicletta universale per tutti non è ancora stata inventata!

La casa produttrice di biciclette Bottecchia, che è sinonimo di ciclismo in Italia e nel mondo, ha realizzato una bicicletta per ogni esigenza: navigate il nostro catalogo se non ci credete. 


L’abbecedario del ciclista



La prima distinzione da fare è tra city bike e mountain bike, fondamentale per scegliere l’una piuttosto che l’altra è il tipo di percorso che si dovrà affrontare.
Nel primo caso la bicicletta deve essere innanzitutto comoda, pratica e adatta ai tragitti cittadini, ossia a strade asfaltate. Di conseguenza è dotata di ruote quasi completamente lisce e di elevato diametro (26-28 pollici, invece dei 26 standard della mountain bike) per ridurre al minimo lo sforzo fisico richiesto. Per lo stesso principio inoltre il manubrio è posizionato più in alto rispetto al sellino così da garantire una postura più dritta della schiena che, quindi, non viene affaticata. Inoltre le city bike di oggi sono tutte (o quasi) dotate di rapporti che consentono di alleggerire la pedalata in base alle condizioni fisiche del ciclista o alla pendenza della strada.

Tutte le biciclette della serie 700 Bottecchia sono altamente qualificate per offrire il massimo della comodità e delle prestazioni di guida: solo per citarne qualcuna, prendiamo ad esempio la 781 ALIVIO, con sella in gel e manubrio regolabile per un assetto ancora più confortevole, o la 765 ACERA, con forcella ammortizzata per assorbire le asperità del terreno e freni V-Brake estremamente funzionali.

Viceversa la mountain bike è la bicicletta ideale qualora si intenda percorrere strade extraurbane, percorsi dissestati e impervi, sentieri sterrati fangosi o innevati. Le ruote, più piccole ma più larghe rispetto a quelle delle city bike, hanno profonde scanalature (comunemente definiti “artigli”) che garantiscono una maggior presa su tutti i terreni accidentati, ammortizzandone le asperità e riducendo al minimo gli urti (evitando così di gravare sulla schiena). Strutturata per muoversi agevolmente su strade in salita e in discesa, è dotata di una scalatura dei rapporti (comunemente definiti “marce”) molto ampia, che consente di arrampicarsi anche sui percorsi più ripidi.

Anche in questo caso la Bottecchia si dimostra al top per qualità dei materiali e prezzi competitivi: basti vedere la mountain bike Bottecchia Fx 660, biammortizzata per affrontare in tutta comodità i terreni più accidentati, la Fx 540 Disk, con l’innovativo sistema frenante a disco idraulici e una componentistica studiata per offrire una leggerezza senza pari, o ancora la 576 STELVIO Disk, particolarmente apprezzata dai professionisti o dai ciclisti più allenati.

Un discorso a parte va fatto invece per le biciclette da corsa. Queste, nate per macinare chilometri su strade asfaltate, sono caratterizzate da una struttura molto leggera (non superano mai i 10 chili di peso) e aerodinamica, proprio per rispondere all’esigenza di una maggior velocità e scorrevolezza. Il manubrio ricurvo, o “a corna d’ariete”, è studiato per accompagnare il movimento del corpo in tutti i momenti della pedalata, dalla passeggiata rilassante all’andatura più veloce.
Per chi invece desidera una bicicletta da corsa ma con un equipaggiamento tipico della mountain bike, la Bottecchia propone modelli di ibride altamente performanti: la 803 e la 804 hanno infatti una struttura più slanciata e leggera che tuttavia non rinuncia ad un assetto comodo. Per questo, sono l'ideale sia per il tempo libero che per un uso sportivo.

E che dire a proposito delle biciclette elettriche, ultime nate in case Bottecchia?

Innanzitutto che sono ultra-tecnologiche, innovative e, perché no, potrebbero essere il veicolo del futuro anche nel nostro Paese. Grazie al particolare meccanismo della pedalata assistita, diventa ancora più pratico muoversi sia su strade urbane che extraurbane.
La bicicletta elettrica si usa come una normalissima bicicletta da città: il motore si attiva automaticamente quando si pedala e si disinserisce quando si smette (ma può essere anche disattivato manualmente) e, se finisce la carica della batteria, basterà rimboccarsi le maniche e continuare a pedalare, facendo affidamento solo sulle proprie forze.
I modelli Bottecchia, tutti conformi alle direttive europee vigenti sull’omologazioni dei veicoli, sono predisposti per raggiungere una velocità massima di 25 km orari, consentendo di diminuire di molto i tempi di percorrenza. L’azione combinata della scalatura dei rapporti (presenti come nelle normali biciclette) e del motore da 250 W permette di ridurre al minimo lo sforzo sulle gambe, rendendo accessibili a tutti anche i più ripidi tragitti in salita. Inoltre, come mostrato dai modelli BE2 (nella versione per lui e per lei) o dal più moderno BE3, queste bici non peccano certo in eleganza o in qualità dei materiali. Insomma, un ottimo rapporto qualità-prezzo: la spesa, già di per sé modica se considerate le prestazioni dell’articolo, si ammortizza infatti in pochi mesi senza ulteriori costi di benzina, bollo… e multe!

Come orientarsi nella giungla delle misure



Come si è detto, il fattore più importante quando si intende acquistare una bicicletta è la scelta della taglia giusta. Questo non solo perché la misura giusta, riducendo l’attrito dell’aria, garantisce un controllo maggiore della bici anche ad alte velocità, ma anche perché consente di distribuire il peso del corpo in modo omogeneo sulla parte anteriore e posteriore del mezzo, senza scivolare sul sellino e, soprattutto, evitando i postumi dolorosi alla schiena.
La taglia giusta si valuta in rapporto alla lunghezza del telaio, ossia alla canna cilindrica su cui sono montati il sellino e il manubrio: generalmente misurata in pollici o semplicemente in centimetri, è calcolabile moltiplicando la lunghezza del proprio cavallo (ovvero della gamba fino all’inguine) per 0,65 nel caso di biciclette da strada o per 0,59 per una mountain bike.

Volendo semplificare:
  • Altezza inferiore a 165 cm: taglia 42-44 per city bike / 40 per MTB
  • Altezza compresa tra 165 e 170 cm: taglia 48 per city bike / 44 per MTB
  • Altezza compresa tra 170 e 180 cm: taglia 52-54 per city bike / 48 per MTB
  • Altezza compresa tra 180 e 190 cm: taglia 56-58 per city bike / 52 per MTB
  • Altezza superiore a 190 cm: 60 per city bike / 56 per MTB

Per quanto riguarda invece la taglia delle biciclette per bambini, questa varia in riferimento alla grandezza della ruota e, di conseguenza, si misura in pollici (indicati dal simbolo ”) indipendentemente dal tipo di bici che si vuole acquistare.
Così si avrà:
  • Altezza compresa tra  70 e 100 cm (2-4 anni): 12” 
  • Altezza compresa tra 100 e 120 cm (4-6 anni): 16”
  • Altezza compresa tra 110 e 130 cm (6-8 anni): 20”
  • Altezza compresa tra 120 e 150 cm (8-10 anni): 24”

A questo punto, buona pedalata a tutti!
Contattaci - Clicca qui