Attiva filtri
Seleziona prodottoRicerca veloce
Prezzo
  • 1 € - 500 €
  • 500 € - 1000 €
  • 1000 € - 1500 €
  • 1500 € - 2000 €
  • 2000 € - 2500 €
  • 2500 € - 2499 €
Prezzo
Marca
  • Tutte le marche
  • Bowflex
  • JK Fitness PRO
  • Kettler
  • Nautilus
  • TOORX Fitness
Marca
Ordina i prodotti per
Totale prodotti: 31
Prodotti per pag
             
ELLITTICA ERX60 Toorx
259,00
309,00 €
Totale prodotti: 31
Prodotti per pag
             
Se per molti anni sono stati tapis roulant e cyclette a dominare il mercato nostrano delle attrezzature per l’home fitness, oggi sono le ellittiche che si stanno progressivamente accaparrando una considerevole fetta di clienti che desiderano mantenersi in forma rimanendo comodamente tra le mura domestiche.
E questo è avvenuto e sta avvenendo, prima negli States e adesso anche qui da noi, perché l’ellittica (o crosstrainer) coniuga insieme i benefici dell’una e dell’altra “rivale”, offrendo al tempo stesso un allenamento più naturale, più morbido e più completo. Vediamo perché.

Naturalezza

Il passo che si compie su questo attrezzo è, come dice il nome stesso, di tipo ellittico, ossia un movimento semicircolare associato ad uno scivolamento in avanti. Questo meccanismo è molto simile a quello di una camminata (o se si preferisce di una corsa) ed è, quindi, perfettamente in linea con la normale fisiologia del corpo umano. Viceversa, l’esercizio che si compie su una cyclette costringe ad un moto circolare più ampio e perciò non del tutto conforme all’abituale andamento delle gambe e delle anche.

Morbidezza

Durante l’esercizio la pianta del piede non perde mai il contatto con gli appositi sostegni (cosa che avviene con il tapis roulant o durante un allenamento outdoor su strada) e viene sostenuta e accompagnata dolcemente nel movimento: in questo modo non si corre il rischio di sollecitare in maniera scorretta le caviglie o le ginocchia, evitando così di incorrere in fastidiosi indolenzimenti o, nei casi più gravi, in micro-traumi alle articolazioni.

Completezza

Rispetto ad un allenamento su una cyclette, quello su un’ellittica sollecita l’intera muscolatura delle gambe, poiché la spinta delle gambe deve essere impressa non solo verso il basso ma anche all’indietro, e ciò fa sì che lavorino al contempo i glutei e le anche (cosa che con una cyclette avviene solo dopo aver acquisito maggior dimestichezza con l’attrezzo). Non solo, ma i modelli di ultima generazione sono provvisti di barre movibili che, mediante semplici trazioni delle braccia da effettuare in sincronia con la pedalata, consentono anche un esercizio specifico dei muscoli degli avambracci, dei pettorali e dei dorsali. E, fattore per nulla trascurabile, 10 minuti di esercizio con l’ellittica corrispondono a ben 30 minuti con un tapis roulant o una cyclette!

Come scegliere l’ellittica più appropriata

Quando ci si accinge ad acquistare un’ellittica bisogna, come sempre, considerare il budget che si ha a disposizione e l’uso che se ne intende fare. Ovviamente il prezzo sale in proporzione alla qualità dell’attrezzo. A fare la differenza (e, quindi, a determinare il valore aggiunto) sono:
  • La massa del volano, ossia del disco metallico che consente il meccanismo interno. Essa è proporzionata alla capacità di rendere stabile e omogeneo il movimento rotatorio: maggiore è il suo peso e maggior fluidità si ricava dalla pedalata.
  • Il tipo di resistenza. Escludendo quella meccanica, ormai obsoleta e montata solo sui modelli più economici in commercio, ne esistono di due tipi, magnetica ed elettromagnetica: nel primo caso la resistenza si imposta manualmente mediante una manopola posta al di sotto della console; nel secondo caso, invece, il volano è collegato ad un motore che permette di regolare in modo più preciso e accurato il grado di sforzo desiderato, digitandolo direttamente dalla console stessa. Le ellittiche con un sistema frenante di tipo elettromagnetico (dette anche “ergometri”) garantiscono inoltre una maggior silenziosità della pedalata.
  • I programmi disponibili. Maggiore è il loro numero e più specifico e vario (e, di conseguenza, anche meno noioso) risulterà l’esercizio. Senza contare i vantaggi che derivano dal poter usufruire di uno dei programmi Cardio (generalmente gli ergometri ne offrono più d’uno), in cui è il computer stesso a regolare l’intensità dell’esercizio al fine di mantenere costante la frequenza cardiaca senza sovraccaricare il cuore. Oltre a ciò è consigliabile verificare le specifiche tecniche dell’attrezzo, ovverosia il peso massimo che può sostenere (in genere varia dai 120 ai 150 chili) e l’ampiezza della pedalata, in modo da non compiere passi troppo estesi e sproporzionati o, viceversa, troppo ravvicinati e altrettanto innaturali.

I benefici che si traggono dall’utilizzo di un’ellittica sono quelli tanto affannosamente ricercati sia dagli uomini che dalle donne che praticano l’home fitness: consumo calorico e perdita di peso, rassodamento di gambe e glutei, modellamento di spalle, braccia e pettorali e una visibile e progressiva riduzione degli inestetismi più odiati: la pancetta per lui, l’effetto a buccia d’arancia per lei. Insomma, è tutto vero.
Ma ricordiamo ancora una volta che le regole per un allenamento serio ed efficace sono sempre le stesse: costanza e buona volontà. Eh sì, perché (ormai dovrebbe essere chiaro) un esercizio sporadico non può portare grandi giovamenti… Quindi rimboccatevi le maniche e buon allenamento a tutti!
Contattaci - Clicca qui