Canoa e Kayak : differenze e utilità

Quando si parla di Canoe e Kayak spesso si pensa di parlare della stessa cosa.. Sono la stessa cosa o presentano delle differenze sostanziali? Oggi abbiamo deciso di approfondire questi aspetti e le caratteristiche di entrambe per avere le idee più chiare quando decidi acquistarne una e per divertirti in queste attività outdoor!

Canoe e kayak: cosa sono e quali sono le differenze

 

 

Oggi scopriamo insieme le peculiarità di canoe e kayak e come sono definite queste imbarcazioni:

Canoe

Il termine canoa ha origine ad una parola caribica “tronco d’albero scavato” e infatti la sua forma ricorda esattamente un tronco tagliato in lunghezza e scavato che dà vita a un’imbarcazione utilizzata già dalle popolazioni indigene che la utilizzavano come mezzo di trasporto sia in mare sia in acque dolci. Le due strutture hanno differenze nella forma e nei materiali in base a quello che potevano reperire nei loro in ambienti. 

La canoa utilizzata ancora oggi è nata nel nord delle Americhe, infatti è definita la Canadese, nasce per l'esigenza di navigare grandi laghi, fiumi e infatti questa imbarcazione è perfetta per la sua velocità di spostamento. La sua fisionomia affusolata garantisce la sicurezza necessaria per non imbarcare acqua durante il viaggio e nel frangere le onde, un altro aspetto è la dinamicità durante i tratti pericolosi e ripidi.

Kayak

Il kayak è un'imbarcazione il cui nome proviene dal popolo eschimese Inuit. Anche quest'ultima veniva costruita con i materiali reperibili in natura come: pezzi di legno, ossa di balena e pelli di foca. Al giorno d’oggi i materiali sono cambiati ma la struttura è stata mantenuta uguale con la chiusura sulle gambe differentemente dalla canoa.

Oggi il kayak può essere di due dimensioni principali, per lunghe distanze in mare o lago, possono essere di una lunghezza maggiore tra i 4.90 e 5.80 metri, questa struttura permette una stabilità maggiore. Mentre i kayak adatti a tratti di fiume con pendenze e rocce emergenti, per una questione di manovrabilità, sono di lunghezza inferiore variando da un minimo di 2,75 metri a un massimo di 4,50 metri. Il kayak è preferito per le competizioni su corsi d'acqua turbolenti.

 

 

Cosa distingue una canoa da un kayak?

Struttura: La canoa è aperta, ha una parte sommersa, mentre il kayak ha un ponte continuo che fa da chiusura superiore e ha una struttura più leggera della canoa ma ha una struttura più robusta.

Seduta: La canoa si conduce seduti, con le gambe distese poste all'interno dell'imbarcazione ma c'è anche la possibilità di inginocchiarsi sul fondo della canoa, mentre il Kayak viene guidato con le gambe distese in avanti.

Inoltre esistono due tipologie di sedute Kayak, il "Sit in" che riprende la seduta della canoa canadese, con le gambe distese all'interno della struttura ideale per i percorsi in acque fredde d'inverno. Mentre i Kayak "Sit on top”, hanno un sedile posto nella parte superiore della struttura e somigliano ad una tavola da surf, è la struttura preferita per muoversi agilmente senza imbarcare acqua.

Pagaia: Nel kayak la pagaia che presenta due pale che dà la possibilità di pagaiare su entrambi i lati mantenendo il baricentro più basso con le estremità curve. La pagaia della canoa invece è caratterizzata da una sola lama di forma piatta. In questo caso, varia anche la pagaiata il movimento è più libero e maggiore leva sulla pagaia.

 

 

Attrezzatura e abbigliamento per Kayak e Canoa

Le attrezzature per canoa o kayak si possono acquistare separatamente alla canoa o sono già presenti con l’imbarcazione. Sono fondamentali per affrontare una pagaiata in sicurezza.

Gli strumenti principali sono:

·         Le Pagaie o la pagaia monopala

Le pagaie esistono mono pala o doppia, solitamente le pagaie singole sono utilizzate per la canoa o il sup. Per il kayak e le canoe da mare è necessario utilizzare la pagaia doppia che è molto più adatta a questa attività. Per scegliere il modello più adatto alle tue esigenze è necessario valutare il tuo livello di esperienza:

Se sei a livello principiante dovrai prediligere un modello in alluminio più robusto e meno tecnico, essendo più pesante sarà più difficile perdere l'equilibrio ed è anche più economico.

 

Per un livello più esperto è preferibile utilizzare una pagaia in carbonio più leggera che ti permetterà di muoverti con velocità infatti è preferibile ad uso intensivo ma è molto più costosa.

La pagaia per la canoa canadese è monopala e ha un'impugnatura a T i materiali sono spesso attrezzature assemblabili che possono essere trasportabili facilmente. Molto spesso sono in legno e, sono costruite su misura per chi le utilizzerà, questa tipologia di pagaia è preferibili utilizzarla in acqua dolce poiché in acqua salata si rovinerebbe facilmente. Possono essere inoltre in nylon e fibra di vetro due materiali molto resistenti che attutiscono i colpi durante l'attività.

 

  •           Il giubotto salvagente

    Il giubbotto salvataggio è regolamentato da una precisa normativa che ne definisce le caratteristiche ma è fondamentale trovare la giusta taglia per la persona che dovrà indossarlo.

    Un fattore da tenere sicuramente presente è la tecnologia dietro la realizzazione del gilet di salvataggio a partire dal materiale utilizzato, elemento in grado di indicarne l'efficacia e l'affidabilità. Le possibilità di scelta sono davvero svariate: dai più economici giubbotti in espanso a stola, sicuramente efficaci ma non molto pratici da indossare, ai giubbotti autogonfiabili, al contrario molto pratici ed altamente efficaci.

Tag: canoa kayak
Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre